ISTRUZIONI

POST-OPERATORIE

Caro paziente, di seguito troverai delle istruzioni sul comportamento da tenersi durante il decorso post-operatorio; prendi visione sia delle istruzioni generali sia di quelle relative all’intervento specifico che hai sostenuto (in fondo alla pagina, prima della dieta consigliata).

Se hai dubbi non esitare a contattare il mio studio al numero 024452754.

Istruzioni post-operatorie generali per interventi di chirurgia orale.

 

  • Assumere la terapia antibiotica, analgesica/antinfiammatoria e praticare la disinfezione topica (collutorio) secondo quanto già prescritto nelle istruzioni pre-operatorie rispettando orari e durata.

 

  • Applicare ghiaccio sul viso a contatto con la zona operata per quattro ore ad intervalli di 20 minuti (20 minuti di applicazione, 20 minuti no).

 

  • Astenersi dal guidare autoveicoli per 12 ore nel caso in cui prima dell’intervento si siano assunti farmaci tranquillanti (benzodiazepine).

 

  • Non risciacquare la bocca per le prime 10 ore (è possibile bere subito e alimentarsi 2 ore dopo l’intervento): eventuali sanguinamenti di modesta entità sono normali. In caso di sanguinamento importante comprimere la zona con una garza imbevuta di collutorio e contattare al più presto lo studio.

 

  • Non esercitare sforzi o attività fisica intensa  nei giorni successivi l’intervento (in particolare modo nelle prime 48 ore).

 

  • Non stirare guance o labbra per cercare di guardare la ferita (potrebbero rompersi i punti!)

 

  • Non masticare dal lato operato fino alla rimozione delle suture

 

  • Non assumere cibi caldi per i primi 5 giorni (temperatura ambiente va bene.

 

  • Non assumere cibi duri per 15 giorni (vedi di seguito la dieta consigliata).

 

  • Non fumare per almeno 10 giorni.

 

  • Dormire per le prime due notti con due guanciali così da posizionare il capo più in alto del resto del corpo.

 

  • Non spazzolare, non usare il filo interdentale o gli scovolini nella zona operata fino alla rimozione delle suture.

 

  • Possono comparire edemi, gonfiori e lividi , in particolare in terza giornata.

Istruzioni post-operatorie specifiche per interventi di:

 

-Estrazioni dentarie.

In caso di sangunamento importante nelle ore successive non risciacquare la bocca ma utilizzare come tampone delle garzine di cotone  arrotolate e imbevute di collutorio (o acqua): posizionare il tampone in corrispondenza della zona estrattiva sanguinante e stringere con decisione le arcate dentarie al fine di applicare una buona compressione. Mantenere per almeno 20 minuti; utilizzare direttamente le dita per applicare compressione sul tampone in caso non siano presenti denti sull’arcata opposta alla zona dell’estrazione.

 

 -Implantologia a carico immediato.

In caso di riabilitazioni complete (arcata intera), astenersi dal masticare cibi duri per due mesi ed evitare di portare i denti in contatto se non per deglutire la saliva e masticare il cibo (morbido).

In caso di riabilitazione parziale (uno o pochi denti), masticare i cibi più duri solo dal lato opposto per due mesi.

 

-Rialzo del seno mascellare.

Astenersi da sport acquatici per due settimane; non starnutire o soffiare il naso inducendo pressione interna (cercare di  eseguire queste manovre nel modo più delicato possibile). 

Non frequentare sauna o bagno turco per due settimane.

Non chinarsi col capo per sollevare pesi anche di modesta entità.

 

-Chirurgia muco-gengivale (ricoperture di recessioni radicolari con e senza innesti connettivali).

 

Astenersi dalle manovre di igiene con spazzolamento, filo e scovolini per 3 settimane. Utilizzare il collutorio prescritto (clorexidina 0,12%) tre volte al giorno dopo i pasti per un minuto senza agitare il liquido all’interno della bocca. Non mangiare per la successiva mezz’ora.

Vanno assolutamente evitati tentativi di visionare la ferita; in questi interventi si usano dei fili di sutura sottilissimi e fragili: la loro rottura potrebbe compromettere il buon esito della terapia.

Dieta consigliata nel periodo post-operatorio (cibi freddi o a temperatura ambiente).

 

Durante la guarigione dovranno essere scelti cibi morbidi e che non richiedono una vera e propria masticazione; ciò serve a limitare i danni e il dolore in caso di traumatismo accidentale diretto sulla ferita.

 

  • Riso – pasta morbida 

  • Pesce lesso 

  • Formaggi morbidi 

  • Carne macinata 

  • Verdure bollite 

  • Budino e dessert morbidi 

  • Frutta cotta 

  • Mele grattugiate 

  • Frullati e yogurt